Prodotti tipici lucani e artigianato artistico della Lucania. 
Articoli da regalo artigianali, arredi in ferro battuto e tanto altro.....

L'AZIENDA 

prodotti tipici lucani


La nostra Azienda
nasce nel 2012 per dare a tutti la possibilità di gustare prodotti tipici lucani confezionati artigianalmente secondo la tradizione più genuina e di trovare pezzi unici di artigianato artistico che esprimono una manifattura di elevata qualità. 

Tanti prodotti tipici lucani (arredi in ferro battuto, articoli in pelle, prodotti di gastronomia) ideali per le vostre idee regalo artigianali.


In Lucania o Basilicata, infatti, il settore agro-alimentare è ancora parte integrante della vita quotidiana del Territorio e, in un ambiente ricco di materie prime, anche l'artigianato diviene una naturale manifestazione dello spirito creativo. 

Per questo abbiamo creato una rete di persone che insieme forniscono e distribuiscono tanti prodotti quante sono le diverse realtà del Territorio lucano, provenienti dal Parco Nazionale del Pollino, dal Parco Nazionale dell'Appennino Lucano-Val d'Agri-Lagonegrese, dalle rinomate contrade del Vulture Melfese, dall'area delle città di Potenza e di Matera e dalla fertile piana di Metaponto. 

L'impegno di cercare per voi i prodotti di nicchia e biologici e gli oggetti particolarmente caratteristici nelle zone più nascoste di queste aree esprimono, più di qualunque cosa, lo spirito con cui Casa Lucania nasce e lavora. 

I PRODOTTI TIPICI LUCANI

 

I nostri prodotti tipici, al contrario di quelli industriali, possono essere apprezzati solo considerando le particolari condizioni geografiche in cui nascono ed i processi di lavorazione tradizionali che richiedono più tempo e più fatica. 

La nostra Azienda si adopera per rendere ogni prodotto tipico lucano più vicino a tutti, nel segno di un'economia sostenibile
Se ci seguirete vi porteremo con noi nel nostro centro commerciale naturale in giro per la Basilicata coast to coast. 

Per informazioni più dettagliate e per i dati aziendali vedere la sezione CONTATTI


articoli da regalo artigianali
Articoli da regalo artigianali
Descrizione
articoli piccola pelletteria
articoli piccola pelletteria
Descrizione
prodotti tipici lucani
Prodotti tipici lucani
Descrizione

HOME Prodotti tipici Lucani

 

 

Prodotti tipici Lucani

prodotti tipici lucani
Prodotti tipici lucani

SALSICCIA TIPICA LUCANA


Tra i prodotti tipici gastronomici lucani c'è il tipico salume lucano: questa squisita salsiccia ha il giusto grado di stagionatura che è consigliata a chi non tollera additivi al lattosio e alle persone con problemi di celiachia, perchè manca di colorante o conservante artificiale. I salumi sono tutti realizzati con carni di animali allevati nella Val d'Agri. L'allevamento è di tipo agricolo; cioè i suini vengono partoriti in loco e macellati in azienda, al raggiungimento di un peso di 130-140 kg, con un controllo completo della filiera di qualità. La preparazione si effettua con la spalla ed il lombo di maiale che viene snervata a mano, passata con trafila a 1,6 mm. e poi viene conciata con sale, polvere di peperone e finocchio selvatico, per il caratteristico profumo. L'impasto è insaccato in budella naturali e poi legate nella forma a ferro di cavallo. Dopo una breve asciugatura comincia la stagionatura in ambiente a temperatura e umidità controllata. A fine stagionatura la salsiccia si presenta con un sapore ricco, morbido e gustoso, che amalgama perfettamente il dolce del grasso con il sapido della carne rossa e con il giusto quantitavo di grasso che serve per evitare l'eccesso di secchezza della carne. CARATTERISTICHE ORGANOLETTICHE DEL SALUME: L' attenzione per la qualità nutrizionale e salutare dei prodotti consente di realizzare insaccati con una quantità di sale e di grasso nettamente inferiori rispetto a quelle imposte dalla tradizione norcina.La salatura moderata e l'usanza lucana di allevare i maiali all'aperto, sottoponendoli ad un'alimentazione naturale e macellandoli al raggiungimento del peso massimo di 140 kg.
.

 

Per altri prodotti tipici lucani Visita il negozio on-line

Prodotti tipici Lucani

articoli da regalo artigianali
Articoli da regalo artigianali

ARTICOLI DA REGALO ARTIGIANALI

Cesto regalo speciale piccolo, contenente un set di 6 prodotti tipici agroalimentari da gran gourmet.

Contenuto completo del cesto:
N. 1 Crema di funghi porcini con Tartufo
N. 2 Scamorzine al tartufo nero della Val d'Agri
N. 1 Miele artigianale Millefiori di montagna
N. 2 Peperoni Secchi Fritti Delizie del Pollino
N. 1 Soppressata castelluccese
N. 1 Cestino tipo vimini, con manici metallici

Per altri articoli da regalo artigianali Visita il negozio on-line

Prodotti tipici Lucani

articoli piccola pelletteria
articoli piccola pelletteria

articoli piccola pelletteria

Custodia per cellulari, smartphone, iPhone, BlackBerry etc. Realizzata in cuoio vacchetta foderata in pelle, chiusura con bottone calamita. Manufatto in puro cuoio, cucito a mano e lavorato secondo l'antico processo artigianale della concia al vegetale. Colori disponibili: marrone scuro, marrone chiaro, bordeaux, nero, blu scuro e verde scuro.
ATTENZIONE: SI REALIZZANO SU MISURA.

Gli articoli di pelletteria realizzati nella bottega artigiana racchiudono tutto l’amore per la natura e la sapienza dell’antica lavorazione del cuoio, che ci sono stati tramandati dai mastri conciatori fin dal medioevo. Sono proposti modelli originali di oggetti da regalo ed accessori in cuoio, concepiti durante lunghe passeggiate ecologiche nei boschi del Lagonegrese e lavorati esclusivamente secondo metodi rispettosi dell’ambiente naturale, attraverso la concia con tannini vegetali.
CARATTERISTICHE DEL MANUFATTO: L'estrema maneggevolezza e la qualità delle pelli adoperate sono le principali caratteristiche di questo portamonete per uomo con fermasoldi. Il modello, di forma quadrata e spessore ridotto, consente di riporlo anche nelle tasche dei pantaloni più aderenti. La bellezza del cuoio colorato a mano, con sfumature di tonalità diverse, risalta particolarmente nel contrasto con le incisioni a caldo, che tracciano una cornice lineare tutt'intorno ai bordi e disegnano il marchio di produzione. Le cuciture, a loro volta, sottolineano la classe di un accessorio così ben curato.
LA LAVORAZIONE DEi NOSTRI ACCESSORI IN CUOIO FATTI A MANO: Ogni manufatto parte dal disegno di un'idea, che, a poco a poco, si trasforma in un modello in cartoncino rigido, con proporzioni e forme armoniosamente ritagliate. Il modello viene poi riportato sul cuoio, steso a rovescio sul banco di lavoro. Quindi la pelle viene rifilata col taglierino a lama sottile, cheproduce tagli netti e precisi. La colorazione in alcuni casi viene eseguita fin dal principio con l'immersione delle pelli in vasche di tannini vegetali, in altri casi viene eseguita a mano, mediante tamponatura di tinture sempre naturali e con piccoli tocchi di pennello, per le rifiniture. A volte le tinture vengono miscelate fra loro, per avere risultati cromatici particolari, anche in base alle venature della pelle. Ciascun pezzo colorato necessita di circa 24 ore per asciugare e poter essere decorato e assemblato con altri. A questo punto si possono praticare le decorazioni o le giunzioni con le cuciture. Le tecniche di decorazione che si adoperano sono di tre tipi: ad incisione, a rilievo e a traforo. Per la tecnica ad incisione, come quella che la nostra artigiana adopera più frequentemente, dopo aver effettuato il ricalco del disegno sul cuoio, la decorazione viene eseguita utilizzando il pirografo, uno strumento a fuoco, a forma di penna, che consente di disegnare a mano libera intaccando indelebilmente lo strato superficiale della pelle. Per questo tipo di decoro, pertanto, occorre molta esperienza e precisione, poichè non permette di effettuare correzioni. Una volta realizzata la colorazione e la decorazione dei singoli pezzi di cuoio, si procede alla segnatura dei punti di bucatura necessari in base al modello iniziale; quindi, con molta attenzione, si effettua la foratura, tramite torchio a mano. Infine, si ha la cucitura, che completa l'oggetto e gli fornisce ulteriori motivi decorativi, anche in base ai colori scelti per le impunture. Questa può essere eseguita con punti incrociati, in fila e in diagonale. Si ottiene così quel materiale inimitabile, che ci accompagna per lunghi anni e, a volte, per la vita, trasformandosi come un organismo vivo, mentre lascia affiorare con il tempo sempre nuove tonalità di colore o tratti levigati, e ci incanta col suo profumo naturale, che sa di buono, di cose calde ed accoglienti.
CURIOSITA': I prodotti tipici della cultura contadina in Basilicata da sempre includono la concia e la lavorazione di pellame, che forniva a pastori e contadini gli indumenti necessari alla difesa dal freddo e da un ambiente ancora selvatico. D'inverno, infatti, questi si coprivano col «pellizzone», un tipico di pastrano senza maniche, lungo sino al ginocchio come un cappotto. A protezione dei pantaloni, inoltre, usavano gli «nnanze cauze», di pelle di capra o di «zimmaro» maschio, che venivano indossati rivoltati, con il pelo all'interno per un maggiore conforto. Gli «nnanze cauze», coprivano la parte anteriore dei calzoni ed erano fermati da lacci stretti in vita, alla coscia ed al polpaccio, detti «crisciuoli». (Notizie tratte da: Ceneri di Civiltà Contadina in Basilicata, di Giuseppe Nicola Molfese). La calzatura tipica, invece, era costituita dagli "zampitti", fatti di una suola di cuoio e da una tela grossolana che veniva attorcigliata al collo del piede e legata con le "corioli”, cordicelle piccole e sottili.
AVVERTENZE: Eventuali lievi irregolarità nella forma o nel colore dell'articolo non sono da considerarsi difetti di produzione, bensì, al contrario, rappresentano il pregio del prodotto artigianale e sono garanzia di autenticità e unicità.

Per altri articoli piccola pelletteria Visita il negozio on-line

Prodotti tipici Lucani

prodotti tipici lucani
Crema di funghi porcini al tartufo

CREMA DI FUNGHI

Crema di Funghi porcini e tartufo nero: il miglior mix per insaporire le vostre ricette di pasta con funghi porcini e primi piatti in genere, con l'aggiunta della prelibatezza del tartufo. Rigorosamente prodotti in Lucania

Per altri prodotti tipici lucani artigianali Visita il negozio on-line

Torna a: Articoli da regalo artigianali Lucani

prodotti tipici lucani
Scamorzina al tartufo nero della Val d'Agri

Scamorzina al tartufo nero della Val d'Agri

Scamorzina con tartufo nero della Val d'Agri. Gustoso formaggio a pasta filata, con tartufo miscelato nell'impasto. Alimento raffinato e sfizioso da intenditori, adatto sia per la cucina di tutti i giorni, sia per allestire eleganti buffet con stuzzichini.

La scamorzina al tartufo nero della Val d'Agri è un prodotto lavorato a Villa d'Agri, da latte di bovine locali, allevate in ambiente controllato, con l'aggiunta di gustoso tartufo della Lucania.
PREPARAZIONE: Al latte di mucca crudo, riscaldato ad appena 32-36°C, si aggiunge il caglio di vitello o di capretto in pasta. Dopo circa 30/35 minuti, quando il coagulo ha raggiunto una consistenza ferma, si pratica un taglio a croce. Quindi si procede alla rottura della cagliata, sino ad ottenere frammenti della grandezza di una nocciola. A questo punto, alla cagliata si aggiungono i pezzetti di tartufo nero lucano e si diffondono nell'impasto mescolando delicatamente. Ora si lascia tutto sotto siero, affinché la pasta raggiunga il cosiddetto “nerbo”. Sempre sotto siero, la pasta viene lasciata maturare con acqua a 80°C , per farla ammorbidire e per poter essere tirata in fili. Le matassine filanti vengono poi fuse in un unico corpo e, da questa massa, ripiegata su se stessa, si asportano con le dita globi della grandezza desiderata, che vengono salati e rassodati in acqua, con l'aggiunta di altro siero. Infine, la scamorza viene posta in salamoia per 20 minuti e appesa per alcuni giorni a stagionare.
CARATTERISTICHE ORGANOLETTICHE DEL FORMAGGIO: La scamorza si presenta nell'usuale forma di una piccola pera, con testina strozzata, di colore giallo paglierino picchiettato di scuro e, all'interno, mostra odorosi granuli di tartufo nero dei boschi lucani. Il gusto unisce il sapore delicato e burroso delle pasta di formaggio filato con il sentore di muschio del tartufo .
CURIOSITA': La scamorzina al tartufo della Val d'Agri rappresenta uno dei prodotti di questa terra ancora legata alle antiche tradizioni, nel Parco Nazionale dell'Appennnino Lucano Val d'Agri-Lagonegrese. Qui il visitatore potrà trovare boschi, montagne maestose, che incorniciano il corso del fiume Agri, ma anche resti di storia e cultura millenarie, che ancora aleggiano tra le rovine di Grumentum, la città romana più importante della Lucania antica e uno dei siti romani meglio conservati di tutta l'Italia.

Per altri prodotti tipici lucani artigianali Visita il negozio on-line

Torna a: Articoli da regalo artigianali Lucani

prodotti tipici lucani
Peperoni Secchi Fritti

Peperoni Secchi Fritti

Tocchetti di peperoni secchi fritti in olio extra vergine di oliva. Antica ricetta, che alla sua semplicità contrappone l'indescrivibile complessità di sapori e croccantezza, capace di soddisfare anche i palati più esigenti. Preparato nel modo più tradizionale di cucinare i peperoni.

DESCRIZIONE: Tocchetti di peperoni secchi fritti in olio extra vergine di oliva. Antica ricetta, che alla sua semplicità contrappone l' indescrivibile complessità di sapori e croccantezza, capace di soddisfare anche i palati più esigenti. I peperoni di Senise, specie vegetale presente solo in zona e riconosciuta col marchio IGP, vengono da secoli preparati in questo modo, grazie alle particolari caratteristiche della corteccia, sottile e delicata, che assorbe l'olio della frittura senza appassire, ma acquistando, invece, squisita croccantezza.
INGREDIENTI: Peperoni secchi, olio extra vergine di oliva, sale.
IL COMMENTO DEL GASTRONOMO: Sapore ed aroma caratteristici del peperone trasformato secondo la ricetta tradizionale. Ottimi come aperitivo accompagnati da vino rosso o spumante extradry.
CONSERVAZIONE: Temperatura ambiente fresco e asciutto. Dopo l'apertura consumare subito il prodotto.

Per altri prodotti tipici lucani artigianali Visita il negozio on-line

Torna a: Articoli da regalo artigianali Lucani

prodotti tipici lucani
Miele artigianale Millefiori di montagna

Miele artigianale Millefiori di montagna

Miele naturale del Parco Nazionale del Pollino, ottenuto dalla varietà di alberi e piante della montagna di Contrada Nocaro, nel territorio di Castronuovo di Sant'Andrea (PZ). Estratto dalle arnie secondo il metodo artigianale rigorosamente autentico. Indicato per un uso quotidiano, come dolcificante, per accompagnare bevande calde, come latte e tisane. Ottimo da spalmare su pane o fette biscottate, per una prima colazione salutare, risulta particolarmente indicato per la preparazione di dolci e biscotti, o per laccare arrosti e accompagnare selvaggina e cacciagione, funghi e tartufi.

QUALITA' E RINTRACCIABILITA': Il miele millefiori di montagna viene estratto dalle arnie in un ambiente di 22 ettari di territorio incontaminato, circondato per tre quarti di boschi di cerro e farneta, a circa 800 m slm, nel nucleo verde del Parco Nazionale del Pollino. Il nostro miele non subisce processi di pastorizzazione o riscaldamento artificiale, di eccessiva filtratura e di miscelazione con altri prodotti provenienti da altri paesi comunitari o extracomunitari. Le api vengono continuamente controllate. Non vengono nutrite con sostanze estranee, nè durante l'estate, nè durante l'inverno. Non vengono trattate con antibiotici. Il tutto per garantire un miele completamente sano e ricco di sostanze nutritive.
RACCOLTA E CONFEZIONAMENTO: Dopo che le arnie sono state predisposte e popolate, il lavoro dell'apicoltore a livello artigianale richiede la continua sorveglianza delle api e dello stato di salute della Regina. Durante i principali cambi di stagione, in rapporto al rinnovarsi della flora locale, inoltre, l'apicoltore effettua lo spostamento delle arnie nelle aree della tenuta agricola dove si verificano le diverse fioriture, in modo da fornire agli insetti il giusto alimento e la possibilità di produrre il miele del tipo voluto. Quando i favi dei melari sono pieni, vengono finalmente prelevati e portati in laboratorio per estrarre il prodotto ottenuto dal lavoro delle api. Nella prima fase, quindi,si eliminano gli opercoli (coperchi) che le api hanno posto sopra ciascuna celletta piena di miele. Questa fase si svolge semi-manualmente con appositi attrezzi. A questo punto si effettua l'operazione di smelatura, che consiste nell'inserire i telaini dei favi all'interno di smelatori che operano una forza centrifuga. Grazie a quest'ultima, il miele viene spinto fuori e filtrato, eliminando possibili presenze di insetti, frammenti di cera e altri residui. La filtratura avviene in maniera delicata, utilizzando filtri a rete e a sacco. Una volta estratto, filtrato e privato dell'aria che viene assunta durante l'estrazione, il miele viene confezionato nei vasetti di vetro completamente sterilizzati. In questo modo conserva tutte le proprietà per più di due anni. CARATTERISTICHE ORGANOLETTICHE DEL PRODOTTO: Colore: ambrato, poco persistente e odore piuttosto tenue e poco persistente. Al gusto presenta un sapore con personalità distinta, lungo, con note di fiori e legno locali. Le essenze principali di cui si compone sono tratte da:Trifoglio (Trifolium repens), Castagno (Castanea sativa), Rovo (Rubus fruticosus), Vitalba (Clematis vitalba), Ginestrino (Lotus corniculatus), Biancospino (Crataegus monogyna). Cristallizza naturalmente con i primi freddi.

CURIOSITA': Castronuovo di Sant'Andrea era già abitato in epoca romana e pare che il suo nome derivi proprio dal latino "Castra Nova", richiamandosi agli accampamenti che in questi luoghi fece realizzare il pretore Marco Licinio Crasso, per combattere gli schiavi ribelli al seguito di Spartaco. E, fin dai tempi della Roma antica, il miele costituiva un alimento unico, adoperato come dolcificante in tutte le ricette, oltre che miscelato al vino, con cui formava una bevanda chiamata "mulsum". Ancora oggi in Basilicata le occasioni speciali, come le feste di Pasqua e di Natale, si festeggiano con dolci semplici conditi con il miele, come le "chiacchiere" o le frittelle, conosciute un po' dovunque col nome di "pettole".
LA RICETTA DELLE FRITTELLE LUCANE
Le pettole hanno tante varianti, a seconda dell'usanza di ogni casa e di ogni paesino della Basilicata. Ed ecco una versione ancora più nutriente, raccolta da una anziana signora di Castronuovo.
Ingredienti per 4 persone: 800 Farina 00; 300 g. patate lesse; 25 g. lievito di birra; poco sale; acqua tiepida; olio per friggere.
Impastate la farina con le patate schiacciate e il lievito precedentemente disciolto in acqua tiepida. Se l’impasto risulta troppo duro, aggiungete altra acqua, fino a renderlo più soffice. Coprite con un panno bagnato e lasciate lievitare per 2 ore. Staccate di volta in volta dall’impasto dei pezzettini che friggerete in abbondante olio ben caldo. Non preoccupatevi se, sfrigolando, le frittelle assumeranno forme bitorzolute e irregolari: è proprio quella la forma caratteristica, che le rende così simpatiche e irresistibili! Scolatele e cospargetele di miele abbondante.

Per altri prodotti tipici lucani artigianali Visita il negozio on-line

Torna a: Articoli da regalo artigianali Lucani

prodotti tipici lucani
Soppressata castelluccese

Soppressata castelluccese Specialità Lucana di salumeria

Tipica "Soppressata di Basilicata", riconosciuta "prodotto agroalimentare tradizionale". Salame lucano, ottenuto da selezione di tagli nobili della carne di maiale e lavorato in forma larga e leggermente schiacciata. Di qualità certificata, senza conservanti, additivi, nè coloranti artificiali, prodotto secondo una filiera completamente naturale, con carni di animali allevati nel Parco del Pollino.

QUALITA' E RINTRACCIABILITA':La Soppressata di Basilicata è riconosciuta prodotto agroalimentare tradizionale. La tradizione della lavorazione del maiale e della produzione dei salumi nel Lagonegrese e nell'area del Parco Nazionale del Pollino offre risultati ineguagliabili, confermando, una volta per tutte, che l'arte degli insaccati e' nata proprio nel nostro territorio.
CARATTERISTICHE ORGANOLETTICHE DEL SALUME: La soppressata si presenta con la tipica forma larga e leggermente schiacciata, di lunghezza da 15 a 40 cm, diametro di circa 6 cm e peso variabile da 250 a 450 gr. Tenera all'assaggio, sembra quasi che si sciolga in bocca. Il suo aroma invitante ed il gusto gradevole per ogni palato la rendono particolarmente adatta ad essere servita da sola come antipasto, in fette sottili su piatto da portata; oppure accompagnata da capicollo, prosciutto e formaggi ovicaprini. Ottima se degustata con vino rosso dal gusto deciso, come l'Aglianico del Vulture o il Grottino di Roccanova.
INGREDIENTI: Tagli nobili e pregiati della carne di maiale, con prevalenza di prosciutto e filetto; pepe nero in grani; sale.
PREPARAZIONE: La carne di puro suino macellato fresco, viene tagliata mediante la tecnica detta "punta di coltello", con taglio grossolano che le consente di rimanere molto compatta e mantenere l'inimitabile integrità organolettica. Il tutto viene poi condito semplicemente con sale e grani di pepe interi, che costituiscono i conservanti naturali. Infine, la polpa infilata in un budello naturale, compattata con una lieve pressione che ne provoca la tipica forma schiacciata e legata a mano con lo spago per prodotti alimentari. La soppressata viene poi lasciata ad essiccare, al buio, per 8 settimane almeno, perdendo il 30% circa del peso originario. L'essiccazione viene rigorosamente effettuata ad umidità e temperatura controllata, per preservare le notevoli qualità organolettiche. Dopo l'essiccazione, se non viene messa sottovuoto, la soppressata può essere conservata immergendola in grossi barattoli di olio d'oliva o pieni di sugna. (Il che la rende ancora più morbida e gustosa).
CERTIFICAZIONI DI QUALITA' E ATTESTATI: L'azienda produttrice può vantare la certificazione CSQA UNI EN ISO 22005:08 CERT. N. 22097, che ne garantisce la qualità di produzione, mediante un accurato disciplinare tecnico soggetto a periodici controlli. Per gli elevati standard qualitativi, questi salumi possiedono il marchio del paniere del Parco Nazionale del Pollino e della Filiera dei Salumi della Comunità Montana del Lagonegrese. CURIOSITA': La soppressata castelluccese viene tradizionalmente adoperata per preparare la "Pizza rustica" di Pasqua.
LA RICETTA DELLA PIZZA RUSTICA PASQUALE DI BASILICATA ("La pizza piena di nonna Maria", raccolta nel paese di sant'Angelo le Fratte).
Ingredienti per la sfoglia: 500 gr di farina; olio quanto basta; vino bianco q.b; sale. Ingredienti per il ripieno: 250 gr di toma; 250 gr ricotta fresca; 2/3 uova; 100 gr di pecorino grattugiato; 100 gr di parmigiano grattugiato; 1 soppressata stagionata; prezzemolo; sale.
Preparare l'impasto della sfoglia, lavorando a lungo con le mani. Abbondare con l'olio e inglobare continuamente la farina sul bordo del recipiente. Se l'impasto non si addensa, aggiungete pochissima acqua. Con un matterello tirare la sfoglia. Dopo aver tagliato la soppressata a pezzettini, mescolare tutti gliingredienti del ripieno, aggiungervi i pezzetti di soppressata e amalgamare con le due o tre uova incorporate. In una teglia unta con olio mettere la parte inferiore della sfoglia. Adagiarvi il ripieno e ricoprire con la parte superiore. Cuocere in forno per oltre mezz'ora e lasciare raffreddare prima di assaggiare. La "pizza piena" di nonna Maria si conserva fuori dal frigo fino a 4 giorni.

Per altri prodotti tipici lucani artigianali Visita il negozio on-line

Torna a: Articoli da regalo artigianali Lucani

Prodotti tipici Lucani

ExactSeek.com | Reputation Management Submit Express | Web Hosting Giants | casino-online.us

| P.Iva 01822970768 | Powered By PrimineiMotori.it